lunedì 23 aprile 2012

Music Review

Salve gente. Ero qui persa in Nathan Il Saggio di Lessing e nella Parabola degli anelli e tutti gli intrighi che alla fine si risolvono in una parentela che unisce tutti i personaggi (ecco! ho avuto la rivelazione: il fatto che tutti i personaggi di Nathan il saggio siano imparentati è ovviamente simbolo della fratellanza universale che deve unire cristiani, ebrei e musulmani, alieni e terrestri, biologi e preti!) QUANDO mi è venuto in mente di ascoltare un po' di nuove uscite musicali.

Partiamo da Andrew Bird, amato amato Andrew. Non avevo ancora ascoltato il nuovo album Break It Yourself e ho fatto male, malissimo ad aspettare così tanto! Lo trovo un album sublime, forse ancora meglio di Noble Beast il che dice già tutto, considerato che Noble Beast è cotanto album. La canzone che per ora mi ha colpito maggiormente è Lazy Projector e ve la metto qui:


Ah sì! Non ho ancora detto niente del nuovo album di Feist, Metals. In effetti me l'hanno passato proprio quando è uscito (ciao Ghibo, grazie) ma ho rimandato l'ascolto per molto tempo. Però poi mi sono messa ad ascoltarlo giorno e notte, notte e giorno e ADDIO. Feist ti adoro, senza di te il mondo sarebbe un posto orribile. E di Metals vi metto Bittersweet Melodies dato che il video è una figata atomica.


Ci butto dentro anche l'album di Amanda Palmer che poi tanto nuovo non è? Massì, diciamo due parole di Amanda Palmer Goes Down Under in attesa che esca l'album nuovo con la Grand Theft Orchestra. Allora allora allora. E' decisamente un album strano e non convenzionale, proprio come lo è la good old Amanda. E ogni volta che ascolto certi pezzi di quest'album (ad esempio Formidable Marinade) non posso fare a meno di ridere come un'imbecille. Però io vi metto qui In My Mind:


Ma dove la mettiamo Lana Del Rey? E voi continuate pure a criticarla in tutti i modi che volete ma io non cambierò idea sul fatto che il suo album è una bomba e che la sua voce è molto bella e anche se è tutta rifatta pur essendo ventenne no me importa nada . I suoi pezzi hanno un chè di noir in sè che per me è irresistibile. E da Born To Die vi metto la ormai molto famosa Blue Jeans, che per me rimane il pezzo migliore dell'album.


Poi ieri sera stavo guardando Che tempo che fa e c'era Norah Jones, cara ragazza. A Maggio esce il suo nuovo album, Little Broken Hearts e la canzone che dà il nome all'album per me è super ultra bellissima:


Molto bene. Diciamo anche che a breve uscirà il nuovo attesissimo album della bellissimissima e bravissimissima Regina Spektor, What we saw from the cheap seats. Dio, non vedo l'ora. Vorrei taaanto vedere un concerto della Regina, maledizione. Vorrei anche che qualcuno mi regalasse il Live in London, ma va beh. E ascoltatevi All the rowboats:




Beh insomma c'è tanto da ascoltare per fortuna, tra poco uscirà in tutto il mondo anche il primo demo della mia band! Se ci volete likeare, pigiate qui. Adieu folks!

2 commenti:

  1. Di Andrew Bird mi era piaciuto più Noble Beast, mi sembrava più genuino.Concordo con te su Lana Del Rey:il suo esordio mi è piaciuto davvero tanto.Attendo con ansia invece il nuovo di Regina Spector, che ho avuto modo di vedere un paio di volte dal vivo ed è davvero bravissima.Ancora non ho sentito invece il disco di Norah Jones,ma rimedierò a breve.
    ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooh finalmente qualcuno che è d'accordo con me su Lana del Rey! Grazie per aver letto e commentato! :)

      Elimina